Essere Donna

Lo spirito della mia femminilità parla:

“Come posso vivere con un polipo che succhia dal mio petto tutte le emozioni felici
E con un cane che intanto mi morde la gola ?
Le mie povere membra maltrattate da pensieri
Stringono forte tra le coscia peccati di tanti
E che in tanti mi hanno rimproverato
Come donna io non posso e io non devo
Il piacere di cui hanno proibito le mie ante-passate
Io lo pago al giusto prezzo e con fedeltà mi rivolgo ora a loro
Sofferenza che scorre calda nel mio sangue, e sgorga ogni mese di luna piena
Sofferenza e dolore che accolgo nel mio grembo per punirmi d’esser chi sono
L’esser donna mi han fatto pagare, l’essere me stessa mi han fatto pagare
ancora e ancora una volta
Ed io innocente e ingenua mi son comportata
Ad occhi chiusi guardavo il mondo, dicendo di non veder alcun problema
E di certo nel buio cosa potevo mai vedere
Poi li ho aperti, maledette fessure di luce, e mi hanno trafitto a colpo di scure
Un colpo sicuro che mi ha risvegliato e adesso posso dirti che l’ho capito
L’ho capito quanto c’è costato e costa esser donna, quanto colpa e pena provano a farci patire
Quante volte hanno cercato di negarmi il piacere di farmi soffrire per il mio sesso
Ed io bambina ci ho creduto, troppe e tante volte, ma ora non mi do pace
Ora non più, e mai più permetterò che questo accada
Mia la colpa è vero, d’esser stata vittima, mia la colpa di avervi lasciato fare, d’averci creduto
Mia e solo mia la scelta d’esser donna, d’esser nata donna
E’ con onore adesso ch’io vedo il mio corpo
Sono io, totalmente io, donna
Cercate di piegarmi perché mi temete, poiché ho il vero potere della terra
La terra è madre è donna
Ogni uomo vivente è vivo e nato grazie solo e soltanto a una donna
E alla fine della sua vita ritornerà ad una madre, di nome Morte
La forza fisica ce l’avrete anche voi, miei amati uomini, ma state attenti
Poiché la forza interiore, e il potere della specie umana, mai e poi mai potrete strapparmela con la forza
Poiché profondamente intrinseca e radicata nel sesso che tanto svalutate
attenti a voi miei ingenui uomini, perché i veri uomini
questo fatto l’hanno capito, e con grazia e amore, come regina mi trattano
perché è quello che sono
Miei ingenui cuccioli di uomo, crescete rigogliosi finché ve lo permetterà una donna
E interrompete la vostra vita quando un altra donna lo deciderà
Ridate il potere a chi veramente appartiene e da sempre esso appartiene dall’inizio dei tempi, alla donna.
E solo con la donna, la vera donna che non s’è lasciata ingannare, che non s’è perduta tra gli uomini, la prima donna che è la terra potrà fiorire, fluire in abbondanza di latte, nutrirsi e nutrire, ritornare alla pace nel caldo abbraccio delle donne.”

Dallo Spirito Madre della Femminilità, a tutta l’umanità: donne e uomini.

Maya.S.