RITUALE PER I FIGLI NON NATI.

Tutti noi probabilmente, anche se non ne siamo a conoscenza abbiamo altri fratelli che non sono riusciti a venire alla luce.

Molto spesso neanche la madre stessa lo sa, magari per un aborto spontaneo venuto dopo pochi giorni, o magari di un parto gemellare dove ne è nato solo uno.

Molto spesso anche se si sa di avere avuto una perdita o un aborto anche in giovane età si cerca i dimenticarlo o magari di sostituirlo; questo porta disordine all’interno della famiglia e soprattuto tra figli poiché essi inconsciamente sentono la presenza di un fratellino a cui manca il proprio posto, molto spesso se ne occupano loro guardandolo interiormente, altre volte lo sostituiscono vivendo anche per lui o per lei.

Questo è un semplice rituale per chi sa di avere avuto altri fratelli o figli a cui non ha mai dato uno spazio né un nome.

Ci sono vari metodi psico-magici; io vi mostrerò quelli che ho usato personalmente e che mi hanno aiutato:

1)Un piccolo funerale simbolico: prendete un oggetto simbolico che può rappresentare i vostri fratelli o figli, una bambola, una statuetta di un angelo, quello che preferite, andate in un luogo selvaggio dove ci sono poche persone e nel quale magari non tornerete facilmente, qui celebrerete il funerale simbolico, dite tutto quello che sentite, perdonatevi per non averlo potuto portare alla luce ( se siete la madre) e liberatelo e liberatevi ( se siete il fratello) l’intenzione è di salutarlo e lasciarlo andare per la sua via sentendolo come una forza e non come una perdita e una mancanza, piangete anche la sua morte e poi andatevene.Potete anche scrivere prima una lettera da leggere una lettera d’amore ovviamente. Il rituale potete farlo se sono d’accordo con le vostre madri,fratelli o i vostri figli, ma solo se lo sentiranno senza obbligare nessuno o potrebbe causare un effetto contrario.

2)Potete anche semplicemente comprare delle statuine ( io ho usato degli angioletti) e metterle in casa con consapevolezza con intenzione di dargli un posto nella famiglia, dandogli anche un nome, questo onora la loro presenza e riordina la famiglia.

3)Piantate un albero che simboleggia loro, che vivrà e crescerà forte simbolo della forza e del loro compito svolto, anche qui salutatelo come una morte che lascia spazio ad un altra vita.

Piantatelo però in un posto in cui non tornerete a controllarlo mai più in futuro. Lo scopo dell’esercizio è lasciare andare non aggrapparsi a qualcos’altro.

Potete farli tutti e tre sicuramente il risultato sarà più potente.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: